INFORMAZIONI


Ufficio IAT di Busseto
piazza Giuseppe Verdi, 10
43011 Busseto (PR)
tel. 0524 92487
info@bussetolive.com
www.bussetolive.com

GENTE DI PO


po
Superato il concetto di confine amministrativo, fra rocche, castelli, pievi e antiche corti, ci troviamo a viaggiare in quell’angolo di Emilia, parte della cosiddetta Bassa, racchiuso tra il Po, la via Emilia e il fiume Taro, ricco di storia, profumi e sapori, alla scoperta delle testimonianze museali dedicate ai grandi personaggi di Giuseppe Verdi e Giovannino Guareschi, che qui sono nati e hanno vissuto. Testimonianze del loro passaggio che fra Busseto e Roccabianca questo pezzo di terra pianeggiante di antiche tradizioni contadine e solo all’apparenza monotono, dove gli inverni sono rigidi e nebbiosi e le estati umide e afose, conserva ancora oggi in case, palazzi, monumenti, teatri, e chiese e musei. A Bussetto, città verdiana per eccellenza, sono due i musei che celebrano il grande compositore: il Museo Nazionale Giuseppe Verdi, moderno museo multimediale dedicato alla musica ed alle opere di Giuseppe Verdi ospitato nella cinquecentesca villa Pallavicino; il Museo Verdiano di Casa Barezzi, allestito all’interno della dimora che fu di Antonio Barezzi, scopritore e suocero di Giuseppe Verdi, che conserva, oltre lo storico Salone, una ricca  preziosa esposizione di ritratti, cimeli e autografi verdiani. Nella vicina Roncole Verdi troviamo invece la Casa Natale di Giuseppe Verdi, in cui il Maestro venne al mondo, oggi trasformata in museo multimediale, e la Casa Archivio di Giovannino Guareschi, che qui ha vissuto dal 1952 al 1968, custode dei documenti originali, dei disegni e delle bozze delle opere che resero lo scrittore di Fontanelle famoso nel Mondo: il museo-archivio è ospitato nei locali dove un tempo sorgeva il piccolo ristorante, inaugurato dallo scrittore nel 1964, adiacente al Caffé (oggi Bar Guareschi, conserva ancora oggi le lampade a petrolio che il papà di Don Camillo e Peppone collezionava) che aveva aperto nel 1957 (a coronamento del tour verdiano consigliamo caldamente, in territorio piacentino, la visita a Villa Verdi di Sant’Agata, custode di preziosi cimeli del grande composizione e di un importante pezzo di storia verdiana). Proseguendo verso Roccabianca la tappa successiva è il Centro del Boscaccio di Diolo dove negli spazi addossati all’alto campanile dell’abitato, immerso nella campagna, sono conservate le memorabilia di Giovannino Guareschi: una collezione davvero unica nel suo genere. Il nostro tour si conclude nelle vicina frazione di Fontanelle, luogo di nascita dello scrittore, e più precisamente nel Museo Il Mondo Piccolo, dedicato interamente alla figura poliedrica del grande Guareschi.